News Nessun commento 23 Gennaio 2018

SPIRULINA & SPORT

spirulinaLa spirulina è un cianobatterio ampiamente conosciuto per le sua proprietà toniche, rinvigorenti ed energizzanti. E’ noto il suo utilizzo per combattere la stanchezza e per il supporto energetico nella vita quotidiana. Inoltre, essendo di origine vegetale è amata da tutti e dà la possibilità di sfruttare le sue azioni anche a chi preferisce un’integrazione priva di fonti animali o presenta delle intolleranze alimentari.

Ma la spirulina può essere utile per gli sportivi?

La risposta è sì, e le motivazioni sono molte.

Infatti, la spirulina è molto ricca di proteine, circa il 60%, particolarmente utili per aumentarne l’introito giornaliero di chi pratica intensa attività fisica. Per lo più, si tratta di proteine di origine vegetale, quindi compatibili con le esigenze di chi può essere intollerante al lattosio oppure segue una dieta vegana o vegetariana. Con l’aggiunta di qualche grammo di spirulina all’integrazione quotidiana, si ottiene un migliore recupero e un aumento della massa muscolare e della forza.

Oltre alle proteine, la spirulina contiene tutti gli aminoacidi essenziali in ottime quantità. Assumere quotidianamente gli aminoacidi essenziali è di fondamentale importanza in quanto il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli e l’unico modo per assumerli è tramite l’alimentazione. La presenza di questi garantisce la corretta sintesi anche degli altri aminoacidi nell’organismo e il corretto funzionamento di numerosi processi biochimici.

Oltre a questi componenti di indubbia importanza, la spirulina contiene anche una buona quantità di omega 3 e omega 6, in grado di ridurre il colesterolo LDL, di aumentare il colesterolo HDL e di svolgere un’azione antinfiammatoria, cardioprotettiva e antiossidante. Gli omega 3, in particolare, sono in grado di proteggere il sistema nervoso centrale, aiutare la memoria e sostenere il sistema immunitario.

La spirulina contiene anche la vitamina C, potente antiossidante in grado di difendere l’organismo dai radicali liberi prodotti dall’attività fisica. La sua partecipazione alla sintesi del collagene, la rende particolarmente interessante per mantenere sani i tessuti e le articolazioni.

La Spirulina presenta anche un’azione depurativa e antiossidante grazie all’azione dei pigmenti vegetali, della clorofilla, della vitamina E e del betacarotene contenuti. Questi, in sinergia con la vitamina C e il tocoferolo, contribuiscono alla prevenzione dei danni indotti dall’invecchiamento, favorendo anche memoria e concentrazione. Tutti fattori molto graditi dagli sportivi che devono affrontare allenamenti e competizioni di lunga durata.

Molto interessante anche la sua azione sul controllo della fame. Infatti, la Spirulina, è in grado di interagire con il sistema nervoso centrale tramite la fenilalanina, responsabile anche del senso di sazietà. Risulta così essere un ottimo alleato nella perdita di peso soprattutto negli sport che maggiormente lo richiedono (sport di combattimento, canottaggio, etc…)

Non di minore importanza la sua natura alcalina che aiuta a riportare l’equilibrio acido-basico dell’organismo e combattere l’attico lattico e con questo la sensazione di fatica.

Numerosi sono gli studi eseguiti su atleti per convalidare le proprietà della spirulina.

Per esempio, uno studio, pubblicato dalla rivista dell’American College of Sports Medicine, Medicine & Science in Sports & Exercise, “Ergogenic and Antioxidant Effects of Spirulina Supplementation in Humans“, January 2010 – Volume 42 – Issue 1 – pp 142-151,  ha dimostrato che la spirulina ha indotto un significativo aumento delle prestazioni fisiche e l’ossidazione dei grassi.

I risultati dopo 4 settimane hanno rivelato tempi di esaurimento più lunghi per chi assumeva spirulina, passando dai 2,05 minuti media del gruppo con placebo ai 2,7 minuti del gruppo con integrazione di Spirulina.

La quantità di spirulina da assumere varia dai 2mg ad un massimo di 5g, iniziando con posologie più basse per eventualmente aumentarle in seguito. Come per la maggioranza degli integratori, anche la spirulina, è consigliato assumerla per periodi di 3-4 mesi alternati a 2 mesi di pausa.

L’aumento della resistenza fisica, la riduzione dei tempi di recupero e di conseguenza performance migliori sono alcuni dei risultati che un atleta apprezza dall’utilizzo di spirulina. Se aggiunti alle sua più note proprietà, si spiega perché la spirulina oggi copre una posizione così importante all’interno del mondo degli integratori.


Dr.ssa Olga Meletis
Farmacista specializzata in nutrizione sportiva
R&D 4+NUTRITION

PRODOTTI CORRELATI

 

Leave a Reply

Name is required
Email is required
Please add your comment here

XHTML: You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>